Analisi Perfect Dark 64 Beta: Weapons

Analisi Perfect Dark 64 Beta: Weapons

<< Altri Articoli

pd64title.jpg

Missions – Weapons – FaceMappingMultiplayer

Passiamo ora a vedere un po’ l’evoluzione delle varie armi inserite in Perfect Dark

Beta Weapons

perfec31.jpg

In questo screen si vede Joanna impugnare una pistola dall’aspetto ancora molto grezzo, ma molto probabilmente si tratta del primo design della Falcon 2. Un altra cosa interessante è il modo in cui tiene alzata l’arma, come vedremo anche più avanti, originalmente in Perfect Dark era possibile sistemare in diversi modi la posizione della pistola, a seconda del bisogno, mentre nella versione finale del gioco ci è stata purtroppo tolta questa possibilità. Gli indicatori delle munizioni sembrano assenti.

perfec32.jpg

Un immagine presa dalla prima missione ci mostra il menù di scelta delle varie armi. Alcune di queste hanno subito un leggero cambiamento nel nome nella versione finale, come ad esempio il DataThief è stato rinominato Data Uplink, ma si vede chiaramente un oggetto denominato Tester, di cui non si conosce la funzionalità. Può anche essere che sia stato tolto, e nella versione Beta era utilizzato dai Tester di PD appunto per controllare alcuni parametri dei vari livelli. Bho! difficile dirlo con certezza.

perfec33.jpg

Sempre dalla prima missione nel palazzo DataDyne si riconosce una Falcon 2 con un design molto simile se non identico a quello della versione finale di PD. E’ interessante notare però come in questa beta, gli indicatori delle munizioni dell’arma avessero una diversa forma da come li conosciamo noi ora.

perfec34.jpg

L’arma utilizzata in questa immagine è senza dubbio un Dragon, ma la cosa molto strana è che originalmente questo fucile era attrezzato con un sistema di Lockaggio dell’obbiettivo, proprio come per il CMP150 nella versione finale del gioco. Si nota infatti che uno dei nemici dietro al muro viene segnalato da un contorno Rosso. Probabilmente RARE ha in seguito tolto questa funzione secondaria a favore della possibilità di trasformare il Dragon in una mina di prossimità. C’è anche da dire che nel filmato da cui è stata preso lo screen, si può notare come sempre il Dragon nella versione beta, avesse la possibilità tramite l’uso del mirino R, di guardare attraverso i muri e rilevare presenze di calore, proprio come la Televista.

perfec35.jpg

L’AR34 è uno dei fucili in Perfect Dark che Joanna deve utilizzare a due mani a causa della sua grandezza. Probabilmente non dando peso a questo particolare nella versione Beta era possibile utilizzare addirittura due AR34 allo stesso momento, e a quanto pare con una potenza di fuoco davvero notevole. Un gran peccato che nella versione finale di PD questo non sia possibile (a parte tramite Cheat).

perfec36.jpg

Qui possiamo vedere quello che molto probabilmente è un primo design del nostro amato CMP150. Una forma leggermente diversa da quella finale e come già visto in precedenza, un modo di impugnare l’arma molto interessante. Si nota anche una strana barra delle munizioni o dell’energia di colori diversi che sfumano per la lunghezza della stessa.

 

perfec37.jpg

“A Cougar Magnum” In questa versione Beta di Perfect Dark, molte delle armi avevano ancora in nomi originali delle loro controparti in GoldenEye, da come potete notare dalla scritta verde che conferma la raccolta della pistola. Anche qui la barra delle munizioni (o dell’energia) è colorata in sfumatura.

perfec38.jpg

Come già detto, nella versione Beta era originalmente possibile utilizzare le armi in diverse posizioni a seconda del bisogno, dando cosi una interessante dose di tattica in più, ad esempio come in questo caso, in cui utilizzando due pistole (forse delle Falcon 2 da un design molto strano) ci si proteggeva i viso, riducendo i danni subiti dagli scontri diretti con i nemici. Un vero peccato che RARE abbia deciso di toglierci questa possibilità.

perfec39.jpg

Un altro screen ci mostra il menù di scelta rapida per le armi in versione Beta. Come potete notare ci sono dei nomi strani, ma in questo caso non saprei se sono pistole scomparse nella versione finale, o semplicemente dei nomi diversi. Forse la Less Gun era il primo nome della Magsec 4, visto che Joanna sta impugnando proprio quella mentre è evidenziata la scelta. Fra le altre, leggiamo una certa z2020 (alcuni pensano sia il Dragon con opzione di Lockaggio Nemici e rilevatore di calore) e una Less Gun #2.

perfec40.jpg

In questa immagine tratta da uno scontro in MultiPlayer, notiamo come il 3° giocatore stia impugnando uno stranissimo lanciarazzi e la cosa più interessante è che lo tiene sulla sinistra dello schermo, cosa che non avviene con nessuna delle armi finali di Perfect Dark. Questa arma Beta potrebbe essere forse un primo design del Killer, ma non ne sono sicuro. Di certo doveva avere una potenza davvero distruttiva.

perfec41.jpg

In un primo momento, come già successo per i nomi, anche molte delle armi che era possibile trovare nei livelli Beta di Perfect Dark avevano lo stesso design della loro versione di GoldenEye, ad esempio proprio come in questo caso con le mine.

perfec42.jpg

Anche in questo caso vediamo come nella Beta era possibile dare diverse posizioni alla armi. Questa posizione in particolare a volte viene usata automaticamente anche nella versione finale del gioco, nel caso si sia sparando ad un bersaglio molto ravvicinato. Se non sbaglio questo modo di tenere in mano le armi in orizzontale era utilizzato nella modalità mirino con R per aumentare la precisione dei colpi.

perfec43.jpg

“Something” Anche se molto sfocato, nella parte inferiore di questo screenshot si legge la solita scritta verde che indica quale oggetto si è raccolto, ma in questo caso non erano stati ancora inseriti i nomi finali e per molti oggetti, oltre alle denominazioni di GoldenEye veniva utilizzato anche semplicemente “something” ovvero “qualcosa”.

perfec44.jpg

Grazie all’utilizzo del GameShark, è possibile rimpiazzare diversi modelli poligonali degli oggetti nel gioco con altri mai utilizzati o con delle loro versioni Beta che sono rimaste nella memoria. Ad esempio qui possiamo ammirare la versione Beta del giubbotto anti-proiettili/scudo, fatto in maniera molto più realistica che nella versione finale in cui è soltanto un blocco. Molto strano che sia stato scartato da RARE.

perfec45.jpg perfec46.jpg

Non sapevo se inserire questo oggetto nella Beta o nella sezione misteri di PD, ma alla fine ho deciso di inserirlo in entrambe poichè è una delle cose più strane e allo stesso tempo interessanti che sono nascoste nella memoria di PD. Infatti da come potete vedere dagli screen qui a fianco, si tratta di una specie di Cubo metallico apparentemente senza un utilizzo preciso. Lo si può vedere nel gioco solamente utilizzando un codice per GameShark, che lo fa apparire al posto di altri oggetti. Ma la cosa che lo fa diventare ancora più strano è che lo stesso identico Cubo era possibile trovarlo anche in GoldenEye, ed anche li non si è riusciti a trovare una soluzione all’enigma. Per quale motivo RARE ha inserito questo oggetto nei due giochi e per ben due volte non lo ha utilizzato nella loro versione finale? a cosa sarà mai servito originalmente? probabilmente non lo sapremo mai…

perfec47.jpg

Un altro degli oggetti che sono poi cambiati durante lo sviluppo di Perfect Dark è il design dei bersagli nella sezione di allenamento delle armi nell’istituto Carrington. Da come possiamo vedere da questo screen, originalmente erano molto diversi da come sono nella versione finale. C’è da dire però che questo design non è andato del tutto perduto come altri, ma è invece stato riutilizzato nella missione dataDyne: Investigazione. Lo si può trovare infatti in un tunnel sotterraneo a cui si accede tramite uno dei laboratori, in cui fra l’altro è piazzata una strana guardia armata di K7 che sta sparando proprio a questo bersaglio.

perfec48.jpg

Questa immagine dovrebbe provenire da una delle prime versioni della missione sull’aereo del presidente. Lo scenario in generale dovrebbe essere uguale al quello finale, anche se non avendo voglia di andare a controllare, non ne sono certo, soprattutto per quella specie di armadio sullo sfondo. Ma la cosa più strana della foto, è la presenza della barra delle munizioni, eppure Joanna non sta impugnando nessun arma, o almeno non sembra. Molto strano. Il massimo di munizioni raggiungibili sembra essere un 68-48, difficile da dire, e la barra verde del caricatore è a metà segnando 1. Che sia stata una qualche arma segreta in seguito tolta? bho!

Continua >> Beta Face Mapping

Missions – Weapons – FaceMappingMultiplayer

<< Altri Articoli


What do you think about this unseen game? Give your vote!

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Would you like to add more info, screens or videos to this page? Add a comment below!

(your first comment will be moderated before to be published)

monokoma

monokoma

Editor in Chief, UX & SE Optimization at Unseen64
I'm an Italian gamer with not enough free time to play as much as i'd like to and sadly not enough time to write about cancelled and beta games. Founder of Unseen64 in 2001, i'd like to sleep more than 5 hours a day, but i have to pay the bills. I'm currently working for various italian & international websites for a better User Experience & Search Engine Optimization, you can add me on Google Plus,Twitter, Last FM or contact me by email.
monokoma




Last updated by at .

2 thoughts on “Analisi Perfect Dark 64 Beta: Weapons

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *